FacebookTwitterLinkedin

Software libero

Questa pagina, in continuo aggiornamento, contiene una selezione di strumenti, ambienti e piattaforme basati sul software libero, che le scuole possono usare per le loro attività. L'uso di software libero è l'analogo nel mondo digitale della libertà di parola. Non si è completamente liberi in una società se non si può manifestare liberamente il proprio pensiero. Non ci si può esprimere in modo completamente libero nel mondo digitale se non si conosce il software libero. Attenzione, qualcuno può preferire, nella realtà fisica come in quella digitale, di scambiare una parte della propria libertà per ottenere altri vantaggi, ma l'importante è esserne pienamente consapevoli. Per questo riteniamo che una formazione completa sul mondo digitale debba sviluppare negli studenti la consapevolezza su questi aspetti.

Per alcuni degli strumenti segnalati possono essere necessari supporto o consulenza di natura tecnica (ricordate sempre che software libero NON vuol dire software gratis), che il nostro progetto non fornisce. Ci sono in Italia tantissime realtà professionali (e molte associazioni di volontariato) che operano nel settore del software libero e potrete sicuramente trovare – se ne avete bisogno – quella più adatta alle vostre esigenze.

Fateci sapere che ne pensate.

  • Il sito ladigitale.dev offre circa una ventina di servizi che vanno dal muro collaborativo (simil padlet) alla lavagna condivisa (simil jamboard) e la creazione di mappe mentali.
  • In WikiBooks c'è (in corso di estensione) la pagina La Digitale che fornisce una descrizione di ogni servizio e la traduzione di quelli più significativi.
  • Il wikibook Software libero a scuola raccoglie, a cura della comunità "Libera la lavagna", risorse di software libero che possono essere utili a scuola.