L'Ora del Codice

Ballando col codice

Lo svolgimento dell'Ora del Codice nella versione Ballando col codice permette agli studenti di mettere alla prova la loro creatività dando vita ad un ballo con la programmazione.

Come in tutte le esercitazioni dell'Ora del Codice, nei primi esercizi lo studente prende confidenza con le istruzioni e incontra il concetto di sequenza (ovvero svolgere un'azione dopo l'altra), realizzata connettendo i blocchi uno sotto l'altro.

Il fatto che "accade qualcosa " viene chiamato evento e i programmi che realizzano animazioni interattive sono programmi guidati dagli eventi, cioè programmi in cui si fanno delle azioni in risposta al verificarsi di certi eventi. In questi programmi ci sono quindi dei blocchi del tipo quando accade qualcosa e a questi blocchi si attaccano i blocchi con le azioni desiderate. Si realizza così un gestore dell'evento, cioè un insieme di blocchi che fa reagire il programma a ciò che è accaduto. Nei primi esercizi lo studente incontra una versione speciale di gestore dell'evento che tiene conto delle battute musicali e fa eseguire i blocchi ad esso connessi solo dopo il superamento di un certo numero di battute.

Per far sì che il computer ripeta istruzioni più volte (concetto di ripetizione o ciclo) senza bisogno che queste siano riscritte ogni volta, lo studente impara come utilizzare il blocco ogni N battute. È un tipo di ciclo un po' particolare perché racchiude in sé la funzionalità del ciclo e quella dell'evento, in quanto ripete indefinitamente le istruzioni che racchiude, ma ricominciando ogni N battute.

Più avanti, lo studente impara anche a modificare le proprietà dei ballerini che programma, avendo così modo di apprendere quest'altro altro importante concetto di programmazione.

In tutto il corso dell'esercitazione, per la gestione dei nomi dei ballerini, lo studente entra anche in contatto con il concetto di variabile.

Nell'ultimo esercizio gli studenti possono utilizzare tutte le istruzioni e i concetti appresi per creare un ballo tutto loro! In questo esercizio libero finale, è disponibile anche il blocco se, che permette di sfruttare il concetto di istruzione condizionale eventualmente imparato in altre attività dell'Ora del Codice.

Come esempio, abbiamo programmato un ballo anche noi, dagli un'occhiata e poi scatenati!

Accedi all'Ora del Codice

Terminata l'esercitazione "Ballando col codice", lo studente può spingersi oltre, affrontando i progetti di "Continua a ballare": un ambiente analogo all'ultimo esercizio della precedente esercitazione con sei progetti più complessi che mettono in evidenza ognuno una specifica funzionalità. Si propone allo studente di sperimentare alcune variazioni sul codice già pronto e successivamente modificare ed ampliare il progetto a suo piacimento.

Accedi alla seconda parte dell'Ora del Codice

Guarda i video qua sotto: quello di sinistra illustra e commenta lo svolgimento dell'attività "Ballando col codice", mentre quello di destra è una rapida descrizione della seconda parte, denominata "Continua a ballare".