Concorso "Informatica per il bene comune 2020"

Lo scopo di questo concorso è di ispirare la creatività degli studenti sul tema dell'informatica per il bene comune.

Nel 2015 i governi di 193 Paesi membri dell’ONU hanno concordato 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) da raggiungere entro il 2030. Nessun Paese deve essere lasciato indietro lungo il cammino necessario per portare il mondo sulla strada della sostenibilità e l’informatica può essere determinante per affrontare sfide così importanti.

Il concorso Informatica per il bene comune è stato bandito il 4 marzo 2020 con una Circolare del MIUR (nota introduttiva e regolamento) che ne ha definito il regolamento e gli elementi salienti, inclusa la disponibilità delle risorse che i partner del progetto mettono a disposizione per i migliori elaborati inviati (scarica dal sito del MIUR la nota introduttiva e il regolamento completo).

Il concorso prevede la partecipazione di tutti gli studenti frequentanti le scuole italiane di ogni ordine e grado, statali e paritarie, del territorio nazionale ed estero. Ogni singola classe, coordinata da un docente di riferimento per la partecipazione della classe all'iniziativa, potrà partecipare con un solo elaborato, realizzando un progetto informatico in linea con uno dei seguenti obiettivi per lo sviluppo sostenibile:

  • Obiettivo 3 - Salute e benessere,
  • Obiettivo 4 - Istruzione di qualità,
  • Obiettivo 8 - Lavoro dignitoso e crescita economica.

Qui sul sito vengono forniti gli ulteriori dettagli operativi indicati nella circolare stessa. Ricordiamo che la scadenza per l'invio degli elaborati è fissata al 6 maggio 2020 salvo ulteriori disposizioni del Ministero.

I risultati del concorso saranno annunciati nel corso dell'evento celebrativo del sesto anno del progetto e saranno direttamente accessibili da questa pagina.

Successivamente sarà possibile visualizzare tutti gli elaborati sottomessi al concorso e scaricare gli attestati di partecipazione.