FacebookTwitterLinkedin

La partecipazione delle scuole

Ogni Consiglio di Classe può decidere se e come partecipare. Sono previste due modalità:

  1. Una modalità base (“L’Ora del Codice ”) consistente nel far svolgere agli studenti un’ora di avviamento al pensiero computazionale. Si suggerisce che questa attività avvenga nella settimana 5-11 dicembre 2016, in concomitanza con analoghe attività in corso in tutte le scuole del mondo.
  2. Una modalità avanzata consistente nel far seguire a quest’ora di avviamento un percorso più approfondito, che sviluppa i temi del pensiero computazionale con ulteriori lezioni. Esse possono essere svolte nel resto dell’anno scolastico. Leggi quali sono i percorsi disponibili.

Entrambe le modalitĂ  possono essere fruite sia in un contesto tecnologico, per le scuole dotate di computer e connessione a Internet, sia in modo tradizionale, per le scuole tecnologicamente ancora non supportate.

Per la partecipazione di una classe è necessario che l’insegnante designato dal Consiglio di Classe a seguire questa iniziativa si iscriva come insegnante con il suo indirizzo di posta elettronica istituzionale.

È inoltre opportuno che in ogni scuola si individui un docente referente per questa iniziativa, con il compito di sensibilizzare e individuare tutti i colleghi interessati allo svolgimento delle attività previste. Anche tale docente deve iscriversi come insegnante su questo sito specificando il ruolo di referente. Il suo compito principale è quello di assicurare che questa iniziativa venga ben inserita nel piano delle attività didattiche della scuola, attraverso le modalità che si riterranno piÚ opportune, e assicurare la partecipazione da parte del maggior numero possibile di classi del proprio istituto.

È importante sottolineare che la classe può essere seguita in questa attività da insegnanti di qualunque materia, dal momento che non è necessaria alcuna particolare preparazione scientifica. Per le lezioni tecnologiche non è richiesta alcuna abilità tecnica al di là di una elementare capacità di navigare su Internet. Per le lezioni tradizionali non vi è neanche questo minimo requisito. Gli insegnanti sono invitati a verificare la facilità d’uso degli strumenti messi a disposizione iscrivendosi e partecipando in prima persona.

Tutti gli insegnanti, e non solo quelli designati dai Consigli di Classe o i docenti referenti, sono inoltre invitati a fare una prima conoscenza con le basi culturali dell’informatica e quindi a iscriversi come altri utenti e a partecipare. In caso di difficoltà, sono disponibili le pagine di aiuto.

Il materiale didattico può essere fruito con successo da scuole di ogni tipo e livello, ma trattandosi di una formazione di base raccomandiamo in modo particolare la partecipazione delle scuole primarie.